Una vacanza ecosostenibile sul Monte Dobrastch

E’ la meta ideale per chi ama vivere la montagna d’inverno, per tutti coloro che preferiscono ciaspole e pelli ai classici sci e snowboard. Il Parco Naturale del Monte Dobratsch è da alcuni anni centro nevralgico degli sport invernali a impatto zero, dallo sci alpinismo al trekking.

Fino ad alcuni anni fa era una delle stazioni sciistiche più rinomate della regione di Villach, a pochi chilometri dal confine italiano di Tarvisio, ma poi, per preservare l’ecosistema e le falde acquifere del Monte Dobratsch, si è deciso poi di chiudere gli impianti. Una scelta coraggiosa che si è dimostrata vincente.

Il parco Naturale del Monte Dobratsch, infatti, è diventato meta degli amanti del trekking con le ciaspole, dello sci di fondo e naturalmente degli scialpinisti. Il Dobratsch, che tra novembre e gennaio registra in media circa 45 giornate di sole entrando di diritto tra le località austriache dove il sole splende più di frequente, è un paradiso delle vacanze ecosostenibili. Qui tutto parla di natura e rispetto dell’ambiente, anche il nuovo rifugio Gipfelhaus sulla vetta [foto a destra], un esempio di moderna architettura montana a basso impatto ambientale.

Di nuovissima costruzione, il Gipfelhaus non ha niente a che vedere con i classici rifugi di montagna: legno chiaro e pietra locale si fondono con acciaio e vetro, una miscela di stili per un risultato senza paragoni e assolutamente a basso impatto ambientale anche grazie ai pannelli fotovoltaici installati per fruire dell’energia solare. Dotato di 40 posti, mette a disposizione dei suoi ospiti stanze accoglienti, arredate con letti e armadi in legno e rallegrate da calde coperte rosso fuoco, il tutto in un’atmosfera riscaldata da aromi di spezie e di sottobosco. Alla modernità non è certo stata sostituita la tradizione, qui infatti è possibile gustare saporiti piatti tradizionali o golosi dolci tipici.

Per approfondire: www.naturparkdobratsch.info

[Fonte foto: ufficio stampa Villach-Warmbad / Faaker See / Ossiacher See per l’Italia a cura di LDL COMunicazione]

Share

Nessun commento ancora

Lascia un commento


quattro − 2 =